Cause Insonnia: le principali cause del disturbo del sonno

Le cause e i rimedi per porre fine ai problemi di insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno caratterizzato dall’incapacità di addormentarsi nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico e può essere causata da:

  • particolari condizioni psicologiche o mediche
  • malsane abitudini di sonno
  • utilizzo di specifiche sostanze
  • altri fattori biologici

Gli studi di alcuni ricercatori avvallano l’ipotesi che possa essere dovuta ad un alterazione del ciclo regolatore sonno-veglia del cervello, la cui eventuale veridicità porterebbe ad un ampliamento delle cause da considerare in presenza di disturbi del sonno.

Quante ore di riposo e sonno sono necessarie all’uomo?

Cause dell'insonniaLa risposta non può essere purtroppo generica. I fattori in campo sono molteplici e comprendono età, sesso, tipologia di lavoro e impegno fisico quotidiano.

Un adulto difficilmente arriva a riposare 10 ore al giorno, al contrario invece di quanto accade spesso nei neonati.

Ad offrire una quadro generale delle necessità di riposo individuali è stata la National Sleep Foundation (NSF) che ha stilato una vera e propria tabella del sonno, frutto di un lavoro durato due anni, in collaborazione con diversi centri come l’American Academy of Pediatrics e l’American Geriatrics Society.

La tabella è visionabile a questo link: National Sleep Foundation

Cause insonnia: le condizioni patologiche

Ci sono molte condizioni patologiche che possono portare all’insonnia.

Esempi di condizioni che possono causare questo disturbo sono:

  • Allergie – soprattutto quelle che colpiscono le vie respiratorie
  • Sintomi influenzali
  • Problemi gastrointestinali come il reflusso
  • Problemi endocrini come l’ipertiroidismo
  • Artrite
  • Asma
  • Malattie neurologiche (citiamo ad esempio il morbo di Parkinson)
  • Dolori cronici di diversa natura
  • Mal di schiena
  • Depressione

Anche l’uso di particolari farmaci può generare dei problemi ed ostacolare il riposo, ad esempio farmaci per curare l’ipertensione, molte malattie cardiache o della tiroide.

Quali sono i diversi tipi di insonnia?

  • Insonnia acuta

Quest’area racchiude le problematiche minori. L’insonnia acuta è spesso un disturbo transitorio legato o causato da eventi saltuari, come un periodo di stress lavorativo, forti emozioni, viaggi ecc.

Spesso si risolve senza nessun particolare trattamento medico.

  • L’insonnia cronica

Molto più importante nella scala di gravità legata ai disturbi del sonno. L’insonnia cronica si rileva nelle persone che hanno problemi ad addormentarsi molto spesso nell’arco della settimana e per periodi molto lunghi (3 mesi o più). In presenza di questi fattori sono necessarie indagini mediche accurate per riuscire a risolvere questa tipologia di disturbo.

  • Insonnia occasionale

Insonnia che si verifica in concomitanza di altri tipi di disagio psicologico, come ansia e depressione, o di natura farmacologica, come rimedi contro l’artrite o il mal di schiena.

  • Insonnia iniziale

Difficoltà ad addormentarsi all’inizio della notte.

  • Insonnia latente

L’incapacità di restare addormentato. Le persone con insonnia latente tendono a svegliarsi spesso durante la notte e hanno difficoltà a tornare a dormire.

  • Insonnia derivante dalla sindrome RLS o PLM

Sindrome della gamba irrequieta e movimenti periodici dell’arto – I sintomi di RLS e PLM sono spesso descritti come un formicolio o un brivido avvertito alle gambe che crea un forte necessità di muoverle. L’individuo si muove continuamente nel letto, nel tentativo di alleviare questa sgradita sensazione, causando veglia e di conseguenza mancanza di sonno (citazione wikipedia alla pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Insonnia)

Altri disturbi che generano l’insonnia

  • Apnea del sonno.

Molto spesso causata dall’ostruzione delle vie respiratorie di una persona, ciò genera delle pause nella respirazione e provoca un calo dei livelli di ossigeno.

Le conseguenze sono brevi, ma ripetuti risvegli durante la notte, quindi il riposo reale è fortemente compromesso.

  • Insonnia e depressione

L’insonnia può essere causata da condizioni psicologiche molto severe, come la depressione.

E ‘importante considerare che i sintomi della depressione, spesso legati a perdita di interesse o motivazione, tristezza, disagio o disperazione possono essere collegati, e ognuno dei fattori può acuire l’altro, entrambi questi disturbi possono essere trattati con successo dal medico.

  • Insonnia e Ansia

Molti individui sono ricettivi di fronte alle avversità o ai problemi quotidiani. La loro reazione spesso si manifesta con uno stato di forte preoccupazione o ansia e nervosismo, che non rappresenta certo la condizione ottimale per il riposo.

Cause insonnia: i sintomi dell’ansia che incidono sul riposo

  • Tensione
  • Rielaborazione continua di eventi problematici passati
  • Preoccupazione eccessiva su eventi futuri
  • Sentirsi sopraffatti da troppe responsabilità
  • Sensazione generale di iperattività

Questi sintomi di ansia generale possano rendere difficile dormire e in presenza di questi due fattori, se la condizione non viene accertata nell’immediato e curata adeguatamente, si può innescare un circolo vizioso preoccupante, poiché ognuno dei due fattori finisce con l’influenzare l’altro.

  • Insonnia e stile di vita

Non solo fattori psicologici, questa difficoltà ad addormentarsi può essere generata da uno stile di vita sbagliato.

Ecco alcuni semplici esempi di stili di vita insalubri o di cattive abitudini che possono generare l’insonnia:

Lavorare a casa la sera – Questo può generare difficoltà nel rilassamento, anzi può generare preoccupazione quando arriva il momento di dormire.

Abitudine ai pisolini pomeridiani – Brevi sonnellini sono utili per alcune persone, ma per altre possono generare uno scompenso e rendere difficile addormentarsi durante la notte.

Recuperare il sonno perduto – Questo può confondere l’orologio biologico del vostro corpo e rendere difficile addormentarsi di nuovo la notte seguente.
Se le cause del mancato riposo sono legate allo stile di vita e alle abitudini di sonno malsano è bene seguire tecniche cognitivo-comportamentali e mostrare maggiore interesse all’igiene del sonno.

Cause insonnia: il fattore alimentare

Ecco alcuni alimenti sono sicuramente in grado di contribuire a generare l’insonnia:

Assunzione di alcool – Inizialmente le bevande alcoliche sono sedative, ma il loro effetto può essere temporaneo, e quindi il riposo non è regolare ed efficace.

Caffeina – Altro stimolante, la cui assunzione, soprattutto nelle ore pre serali può scatenare l’insonnia, consideriamo anche che questa sostanza, quindi i suoi effetti sono di lunga durata.

Nicotina – Questa sostanza stimolante può causare insonnia. Fumare nelle ore serali che precedono il riposo può rendere difficile addormentarsi e anche dormire bene tutta la notte. Il fumo è dannoso anche per il vostro riposo… oltre che per la salute in generale.

Cene abbondanti – Mangiare troppo la sera disturba il sonno, quindi è consigliabile restare leggeri la sera prima di coricarsi, è buona regola per favorire la digestione, compiere una salutare passeggiat

In alcuni casi, l’insonnia può essere causata da alcuni neuro trasmettitori che sono noti per essere i regolatori dei cicli di sonno-veglia.

Le interazioni chimiche nel cervello interferiscono con il sonno e ciò spiega perché alcune persone sono biologicamente inclini all’insonnia e la trascinano per molti anni senza alcuna identificabile ragione. In riferimento a questo ricordiamo gli studi dei ricercatori riportati all’inizio di questo articolo.

Consigli conclusivi per porre rimedio alle principali cause dell’insonnia

Se avete problemi a dormire in maniera regolare, è buona norma cercare di capire se i motivi dell’insonnia sono legati ad alcuni dei fattori riportati in questo articolo.

Spesso le cause sono semplici, così come i rimedi. Seguire uno stile di vita regolare e con un alimentazione adeguata è un ottimo sistema di prevenzione. In presenza invece di sintomatologie più rilevanti è bene rivolgersi al medico di fiducia e seguire i suoi consigli.

Ottieni subito una consulenza gratuita, contatta un nostro esperto al numero verde 800226291  o tramite il form



Potrebbero interessarti anche :

4 thoughts on “Cause Insonnia: le principali cause del disturbo del sonno

  1. Filippo ha detto:

    soffro di alcune problematiche: mal di schiena nella parte bassa, mi sveglio durante la notte con difficolta a tornare a dormire, a volte insonnia iniziale. cerco di capire la scelta migliore per le mie problematiche.

  2. Pingback: Caldo e insonnia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *